Pressoterapia

La pressoterapia è uno strumento molto valido nell’ambito dei protocolli fisioterapici, soprattutto in abbinamento ad altre terapie, anche manuali, quali il linfodrenaggio.

Questa tecnica contrasta gli edemi e migliora il funzionamento del sistema circolatorio e del sistema linfatico del paziente che vi si sottopone.

Lo strumento utilizzato per la pressoterapia è composto da due gambali che verranno fatti indossare e che sono collegati a speciali pompe che provvederanno a gonfiare i gambali, comprimendo e decomprimendo le vene, favorendo l’espulsione dei liquidi, e di conseguenza riducendo notevolmente edemi e gonfiori.

Di conseguenza, la migliorata circolazione sanguigna e l’alleggerimento delle vie di “scarico” dell’organismo creano le condizioni ottimali per l’applicazione di trattamenti più incisivi e mirati.

In genere, le aree anatomiche oggetto della maggior parte dei trattamenti di pressoterapia sono gli arti inferiori e gli arti superiori.

Tuttavia, esiste la possibilità di agire anche a livello addominale, sulla schiena e sul basso ventre.

Oltre agli effetti già indicati, la pressoterapia:

  • Riduce gli stati infiammatori di natura non-infettiva.
  • Migliora l’ossigenazione cutanea.
  • Migliora il tono e l’integrità della pelle.
  • Riduce con buoni risultati la cellulite e ridefinisce la forma delle gambe.
  • Riduce con buoni risultati il linfedema post-operatorio.
  • Allevia il dolore indotto da alcuni traumi sportivi.
  • Riduce l’edema post-traumatico.
  • Favorisce l’eliminazione, dal corpo, delle tossine e dei prodotti di scarto.
  • Riduce lo stress e favorisce il rilassamento.