Linfodrenaggio

Il linfodrenaggio è una particolare tecnica di massaggio, esercitata nelle aree del corpo caratterizzate da eccessiva riduzione del circolo linfatico.

Il linfodrenaggio, come preannuncia la parola stessa, favorisce il drenaggio dei liquidi linfatici dai tessuti: l’azione meccanica manuale viene esercitata a livello di aree che interessano il sistema linfatico (composto da milza, timo, noduli linfatici e linfonodi), allo scopo di facilitare il deflusso dei liquidi organici ristagnanti.

Questa particolare tecnica di massaggio è indicata e sfruttata con successo per:

  • Favorire il riassorbimento degli edemi;
  • Regolare il sistema neurovegetativo;
  • Favorire la cicatrizzazione di ulcere e piaghe nei diabetici.

Il linfodrenaggio esplica le proprie funzionalità e i propri benefici secondo tre metodiche:

  • Azione drenante dei liquidi: favorisce l’eliminazione dei liquidi interstiziali e linfatici;
  • Attività rilassante delle fibre muscolari;
  • Capacità di introdurre leucociti ed immunoglobuline (prodotte negli organi del sistema linfatico) nel circolo ematico.

Il tutto si traduce in un miglioramento della circolazione linfatica e nel conseguente benessere del paziente.

Il nostro centro, nello specifico, utilizza il metodo Vodder, che prevede l’esecuzione di quattro movimenti tipici: spinte circolari, rotatorie, movimenti a pompaggio ed erogatori.

Il linfodrenaggio è indicato nel trattamento di linfedemi primari o congeniti, linfedemi secondari a patologie o interventi, soprattutto in ambito oncologico.
È indicato anche per patologie del sistema circolatorio, come edemi, ulcere, insufficienze venose (ulcere venose), interventi di chirurgia vascolare (stripping, safenectomie), disturbi a carico del microcircolo, come lipedemi (celluliti) o flebolinfedemi, sindrome algoneurodistrofica di Sudek, spesso presente dopo fratture di arti superiori e inferiori.

linfodrenaggio
linfodrenaggio