Fibrolisi

La Fibrolisi, è una tecnica che viene utilizzata dal Fisioterapista, per disgregare i depositi di materiale fibroso che si accumulano nei vari distretti tissutali, in seguito ad eventi infiammatori ripetuti nel tempo.

La fibrolisi è un approccio terapeutico che si avvale di strumenti (fibrolisori), il cui uso è mirato alla restituzione della corretta mobilità dei tessuti molli e della fascia. Il fibrolisore ha forma di uncino e nella sua parte terminale ha una punta arrotondata che consente una applicazione efficace e non dolorosa;

È importante ricordare che i processi di guarigione dell’apparato muscolo-scheletrico lasciano sempre una traccia nei nostri tessuti, ad esempio cicatrici nei muscoli e nei tendini che si presentano come minuscoli noduli o aderenze fibrose.

I Fisioterapisti che, sempre di più, si affidano all’utilizzo di questa versatile e preziosa tecnica, con l’obiettivo di ridurre ed eliminare la sintomatologia dolorosa in tempi più brevi.

La Fibrolisi diacutenea è indicata nelle problematiche di tipo cronico, ad esempio:

  • Microtraumi, causati da scarpe sbagliate, sovraccarichi, sforzi eccessivi, postura scorretta
  • Tendinopatie /tendiniti
  • Lesioni distorsive e muscolari
  • Trattamento delle cicatrici dopo intervento chirurgico
  • Attività sportiva intensa e prolungata, con conseguente infiammazione muscolare
  • Neuropatie di varia natura (tunnel carpale, sciatalgia, emicrania, ecc)
  • Rigidità articolare e muscolare