giornata mondiale del cuore

Giornata mondiale del cuore: il supporto della fisioterapia

Giornata mondiale del cuore: il tema del 2020

Giornata mondiale del cuore 2020: il tema
Giornata mondiale del cuore 2020: il tema

Il cuore da sempre è il motore del nostro corpo in toto: é quell’organo che automaticamente rimanda alla vita, all’esser sani, attivi, in forma. Purtroppo, ci sono situazioni in cui non svolge il suo lavoro al meglio, quindi va curato, aiutato, e soprattutto conosciuto nelle sue funzioni.

Il 29 settembre di ogni anno ricorre la giornata che lo “celebra”: “La Giornata Mondiale del Cuore è una campagna mondiale di informazione e sensibilizzazione sulla prevenzione delle malattie cardio-cerebro vascolari, promossa in tutto il mondo dalla World Heart Federation attraverso una comunità di oltre 200 organizzazioni nazionali che, insieme, sostengono l’impegno della società medica e delle fondazioni per il cuore in oltre 100 paesi.”

Quando il cuore fa i capricci: la figura del fisioterapista

Quindi è importante celebrare, anche  per qualsiasi fisioterapista, la giornata mondiale del cuore il 29 settembre. Questo evento è importante per la conoscenza a pieno di quest’organo fondamentale, e di come attuare la prevenzione e la cura del nostro organo che pompa l’energia per vivere. Questo pompaggio deve avvenire sempre senza rischi di interruzioni o falsi avvertimenti che possano creare grandi danni al fisico. Per prevenire il tutto è importante avere un cuore sempre allenato a grandi sforzi quindi il nostro fisioterapista deve guidarci in giusti esercizi di sforzo e allenamento cardiaco.

Nella professione del fisioterapista esiste la possibilità di seguire un paziente con particolari difficoltà cardiologiche e/o reduce da una problematica cardiaca per un percorso di riabilitazione integrato e completo, che migliori la sua qualità di vita.

Quest’anno, la campagna in tempi di Covid19 ha l’obiettivo di stimolarci a condurre uno stile di vita il piú salutare possibile, e ad “usare” il cuore per combattere alcuni tra i nostri principali nemici, dal fumo in poi. La prevenzione, in tempi di pandemia, ha dato a questo momento nel 2020 una prospettiva di riflessione più profonda e differente.

Ciò che preoccupa tanto è l’aspetto della prevenzione resa difficile dai ritmi serrati della vita di oggi, ma con il giusto supporto fisioterapico e di allenamento è possibile creare in sé qualche protezione in più, e far fronte in modo corretto alle piccole difficoltà della nostra salute cardiaca.

 

Eugenio Fiorentino

 

Condividi la tua opinione